Navigation

Hong Kong: ministra spintonata a Londra, polizia Gb indaga

La caduta della ministra Teresa Cheng è un caso diplomatico. KEYSTONE/EPA/LYNN BO BO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 novembre 2019 - 19:27
(Keystone-ATS)

Scotland Yard ha aperto un'indagine formale per "aggressione" in relazione all'episodio che ieri sera ha visto coinvolta la segretaria alla Giustizia del governo di Hong Kong, Teresa Cheng, spintonata e finita per terra durante una visita a Londra.

Lo ha reso noto un portavoce della polizia britannica, precisando tuttavia che al momento non è stato eseguito alcun fermo.

La vicenda, che ha suscitato l'ira di Pechino e delle autorità locali della ex colonia britannica restituita alla Cina nel 1997, è stata immortalata in un video. Le immagini mostrano Cheng accolta da alcuni dimostranti al grido di "assassina" all'ingresso del Chartered Institute of Arbitrators, dove avrebbe dovuto tenere un discorso.

E poi, nel parapiglia della protesta, la sua rovinosa caduta sull'asfalto. La polizia ha confermato che subito dopo i fatti l'esponente di governo di Hong Kong è stata portata in ambulanza in un ospedale cittadino, dove è stata medicata per una contusione a un braccio prima di essere dimessa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.