Navigation

Hong Kong: processo per violazione divieto maschere

Un tribunale di Hong Kong ha avviato il primo processo contro due persone accusate di aver violato la legge anti-maschere entrata in vigore sabato scorso. KEYSTONE/EPA/FAZRY ISMAIL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2019 - 17:13
(Keystone-ATS)

Un tribunale di Hong Kong ha avviato il primo processo contro due persone accusate di aver violato la legge anti-maschere entrata in vigore sabato scorso.

Gli imputati sono uno studente di 18 anni della City University di Hong Kong e una donna di 38 anni: oltre all'accusa di avere violato la legge anti-maschere, dovranno rispondere della loro presenza ad assembramenti non autorizzati. Nessuno dei due ha fornito giustificazioni ragionevoli - secondo le autorità - per aver indossato le maschere al momento dell'arresto la mattina di sabato scorso.

Lo studente è stato rilasciato dietro una cauzione di 300 dollari di Hong Kong (circa 38 dollari statunitensi), mentre la - che è disoccupata - dietro una cauzione di 1.000 dollari di Hong Kong.

Le condizioni per il rilascio prevedono il rispetto del coprifuoco, il divieto di lasciare Hong Kong e controlli settimanali da parte della polizia. Il tribunale ha aggiornato il processo al 18 novembre.(ANSA-XINHUA).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.