Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'agenzia di viaggi Hotelplan, filiale di Migros, continua a navigare nelle cifre rosse. Tra i fattori negativi spiccano soprattutto i risultati catastrofici della filiale italiana. Le misure di compressione dei costi, con le quali Hotelplan sperava di invertire la rotta non hanno avuto l'esito sperato.

L'esercizio 2011/12, chiusosi a fine ottobre, segna un calo del fatturato del 13,5% a 1,2 miliardi di franchi, indica oggi l'operatore in una nota. Il calo è imputabile ai prezzi bassi (in parte dovuti al mercato valutario) che l'agenzia ha dovuto praticare e alla situazione economica critica dell'Italia e della Gran Bretagna, paesi in cui Hotelplan offre le proprie prestazioni.

Anche la cessione della partecipazione maggioritaria nella società russa Ascent Travel, specializzata nell'organizzazione di vacanze invernali con sede a Mosca, ha contribuito alla flessione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS