Huawei potrebbe vendere ad una rivale occidentale tutti i brevetti, licenze, codici e il know-how sul 5G per un importo una tantum. Lo scrive l'Economist, dopo un'intervista all'amministratore delegato del colosso cinese, Ren Zhengfei.

L'acquirente potrebbe poi generare nuovi codici e quindi né Pechino né la stessa Huawei avrebbero più il controllo delle infrastrutture di telecomunicazione, costruite dalla nuova compagnia, spiega l'articolo dell'Economist.

"Una distribuzione equilibrata degli interessi favorirebbe la sopravvivenza di Huawei, permettendole di fare grandi passi avanti", afferma Ren nell'intervista, aggiungendo però di non sapere chi potrebbe comprare il tutto.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.