Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'accordo di Barack Obama con l'Iran conduce gli israeliani verso la porta dei forni crematori.

È questa l'accusa shock lanciata dal candidato repubblicano alla Casa Bianca Mike Huckabee, una frase, pronunciata durante un'intervista, che con il suo riferimento all'Olocausto ed ai campi di sterminio nazisti, sta provocando polemiche e critiche.

Secondo Debbie Wasserman Schultz, presidente del comitato nazionale democratico, l'ex governatore dell'Arkansas, alla sua seconda candidatura presidenziale, deve "chiedere scusa alla comunità ebraica ed a tutti gli americani per le sue parole completamente irresponsabili".

Nell'intervista Huckabee ha detto che Obama è stato "così ingenuo da fidarsi degli iraniani, e così facendo prende gli israeliani e li fa marciare verso i forni. Questo accordo con l'Iran è una cosa incredibile, dovrebbe essere rifiutato sia dai democratici che dai repubblicani al Congresso e dal popolo americano".

Pastore evangelico, vicino alla destra ultra cristiana, Huckabee vuole presentarsi come il vero paladino di Israele in un campo, affollato, di candidati repubblicani tutti fortemente schierati a difesa degli interessi di Israele.

"Gli americani sostengono Israele, ma fino a quando non hanno visitato il Paese non lo capiscono veramente", ha detto ancora il repubblicano che ha più volte rivendicato di aver visitato, negli ultimi 42 anni, Israele decine di volte.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS