Navigation

Hupac vuole trasferire un milione di camion su rotaia entro 2015

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 maggio 2011 - 10:59
(Keystone-ATS)

Hupac ha realizzato l'anno scorso un risultato positivo, con più di 690'000 spedizioni su rotaia e un incremento del 13,7% rispetto al 2009. Attraverso un programma di investimenti per oltre 300 milioni di franchi, l'operatore svizzero del trasporto combinato intende raggiungere nel 2015 il trasferimento di un milione di trasporti stradali su rotaia.

"Il trasferimento del traffico è di nuovo in crescita", ha detto oggi Hans-Jörg Bertschi, presidente del cda di Hupac, alla conferenza stampa di bilancio svoltasi a Zurigo. Dal 2000 il volume delle spedizioni effettuate con il trasporto combinato attraverso la Svizzera è cresciuto del 70%.

Una crescita ancora maggiore - ha osservato Bertschi - è stata impedita dalla mancanza di carri ferroviari causata da carenze di capacità di manutenzione, che sono a loro volta una conseguenza di nuove direttive in materia. Un effetto positivo lo hanno invece avuto i finanziamenti straordinari della Confederazione, che hanno permesso di evitare il rischio di un "ritrasferimento" dei trasporti su strada.

Nonostante la crisi economica e le turbolenze dei cambi, nel 2010 Hupac ha ottenuto un risultato finanziario positivo. Il fatturato del gruppo è aumentato del 4,9%, attestandosi a 504 milioni di franchi. L'utile è cresciuto del 16,3% a 3,2 milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo