Navigation

I Cantoni vogliono dal 2020 edifici autonomi in energia

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2011 - 18:51
(Keystone-ATS)

Dal 2020 i nuovi edifici che saranno costruiti dovranno essere autonomi dal profilo energetico, ossia riscaldarsi da se stessi e alimentarsi parzialmente di corrente. Questo l'obiettivo fissato oggi dalla Conferenza de direttori cantonali dell'energia, in vista di quella che definita epoca "post nucleare".

Con questo piano d'azione la Conferenza sostiene di voler reagire alla probabile chiusura delle centrali atomiche e quindi al calo della produzione di energia. Ma sono state previste anche anche altre misure, quali il divieto di utilizzare dal 2010 i riscaldamenti a resistenza elettrica e il trattamento delle acque calde sanitarie.

In una dichiarazioni di intenti, la Conferenza appoggia attivamente la nuova politica energetica cantonale e fissa obiettivi ritenuti realistici. Gli immobili cantonali avranno tempo fino al 2050 per installare impianti di riscaldamento senza utilizzo di energia fossile. Eventuali misure di compensazione dovranno ancora venir individuate in ogni cantone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?