Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sarà proclamato il 27 agosto da Isabelle Chassot, direttrice dell'Ufficio federale della cultura (UFC), il film che rappresenterà la Svizzera agli Oscar 2016 nella categoria "miglior film in lingua straniera".

Queste le pellicole candidate: "Chrieg", "Pause", "L'oasis des mendiants", "Dora oder die sexuellen Neurosen unserer Eltern", "Iraqi Odyssey", "La vanité" e "Bouboule".

La scelta avverrà nella cornice dell'Open Air Cinéma di Delémont. I sette film designati saranno proiettati al Festival Delémont-Hollywood tra il 7 e l'11 settembre 2015, fa sapere oggi l'UFC.

Ogni anno, una giuria istituita dall'UFC raccomanda il film che andrà a rappresentare la Svizzera agli Oscar. I membri della giuria sono: Peter Christian Fueter, produttore e presidente della giuria, Heidi Maria Glössner, attrice, Christian Frei, produttore e regista, Stéphanie Chuat, regista, autrice e attrice, Pierre-Alain Meier, produttore, Nicolas Wadimoff, produttore e regista e Ivan Madeo, produttore.

Tra i principali criteri applicati per la selezione rientrano il riconoscimento mediatico nazionale e internazionale, i premi ricevuti e la carriera festivaliera dei film.

L'opera prescelta sarà iscritta all'Academy of Motion Picture Arts and Sciences di Hollywood, che nel gennaio 2016 annuncerà i film nominati nella categoria "migliore film in lingua straniera". La cerimonia di assegnazione degli Oscar si svolgerà il 28 febbraio prossimo al Dolby Theatre di Hollywood, Los Angeles.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS