Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'utilizzo dei social media è in calo fra i giovani svizzeri fra i 15 e i 24 anni: la quota complessiva è scesa in un anno dall'85 all'80%, secondo un sondaggio realizzato nella Svizzera tedesca e romanda dalla Comunità d'interessi per i media elettronici IGEM.

La diminuzione più importante ha interessato Facebook, che risulta invece più popolare fra gli utilizzatori più maturi. L'anno scorso l'82% dei giovani fra i 15 e i 24 anni dichiarava di avere un conto sulla rete sociale di Mark Zuckerberg, mentre quest'anno si è passati al 72%, ha detto all'ats il segretario di IGEM Ueli Custer.

Tenendo conto di tutte le fasce d'età, il tasso di utilizzazione di tutte le reti sociali, come pure quello relativo a Facebook, è rimasto stabile al 45%, stando al sondaggio digiMONITOR 2015 della IGEM.

Un altro risultato sorprendente riguarda la percentuale di giovani che si recano presso amici, famigliari o conoscenti per guardare la televisione: il 70% dei giovani dichiara di farlo saltuariamente.

È però ancora troppo presto per dire se i contatti diretti - seppur davanti alla televisione - stiano soppiantando la comunicazione digitale. Per poter tirare una conclusione bisognerà vedere i risultati dei prossimi anni, affermano i responsabili dello studio.

Il sondaggio digiMONITOR 2015 è stato realizzato fra inizio agosto e inizio settembre con interviste telefoniche su un campione di 1797 persone nella Svizzera tedesca e romanda. IGEM è un'organizzazione che riunisce 41 aziende del settore della comunicazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS