Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La leadership palestinese ha condannato la costruzione di un insediamento ebraico in Cisgiordania, il primo nuovo da 20 anni, e l'avvio delle procedure per 2000 nuove case (preannunciate lo scorso gennaio) in colonie già esistenti.

Per Hanan Ashrawi dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (Olp), il governo di Benjamin Netanyahu "insiste" con la sua politica "di colonialismo, apartheid e pulizia etnica".

Il portavoce del governo di Ramallah, Yusuf Mahmoud, citato dalla Wafa, ha denunciato "l'escalation dell'occupazione del governo israeliano".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS