Navigation

I resti di Baghdadi in mare, presto il video del raid

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump KEYSTONE/AP/MANUEL BALCE CENETA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2019 - 21:56
(Keystone-ATS)

I resti di Abu Bakr al Baghdadi, il capo dell'Isis che si è fatto esplodere nel raid americano in Siria, sono stati dispersi in mare. Come quelli dell'ex leader di al Qaida, Osama bin Laden.

Ad annunciarlo sono stati i vertici del Pentagono, rivelando anche che nell'operazione sono state catturate due persone e che il video del blitz sarà diffuso, almeno in parte, nei prossimi giorni, dopo l'iter di declassificazione.

Un successo? Certamente sì per il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che però in un'America spaccata a metà è finito comunque nel mirino delle polemiche. "È stato come guardare un film", aveva detto il presidente del raid, seguito "in diretta" nella Situation Room della Casa Bianca. Ora però spuntano i dubbi che sia stata la sua fervida immaginazione a fargli vedere e sentire gli ultimi minuti di vita del capo dell'Isis e che la sua foto mentre seguiva il blitz sia stato uno scatto in posa.

Dubbi che si mescolano alle crescenti polemiche per aver informato dell'operazione il presidente russo Vladimir Putin ma non i vertici democratici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.