Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per una schiacciante maggioranza degli svizzeri francesi, le lingue a scuola non rappresentano un peso, contrariamente a quanto argomentato da alcuni cantoni svizzero tedeschi. Il 91% sostiene che imparare una lingua è un arricchimento, secondo un sondaggio M.I.S Trend pubblicato oggi dal settimanale "L'Hebdo".

L'insegnamento del tedesco è però giudicato insufficiente e non permette "veramente bene" (51%) o "per niente bene" (16%) di districarsi con la lingua di Goethe. Solo un terzo è soddisfatto.

Un romando su due (50%) vorrebbe imparare lo svizzero tedesco a scuola. La stessa quota di intervistati sostiene però che il buon tedesco è sufficiente.

Per oltre tre quarti (76%) degli svizzeri francesi, l'abbandono della loro lingua in alcune classi germanofone lede la coesione nazionale. Due terzi (66%) pensa poi che gli svizzeri non dovrebbero comunicare fra di loro in inglese.

Il sondaggio è stato realizzato da M.I.S Trend per conto dell'associazione "Défense du français" (difesa del francese), che festeggia i suoi dieci anni. È stato effettuato fra il 10 e il 14 giugno e ha coinvolto 1'103 romandi di almeno 15 anni d'età, che hanno risposto ad un questionario online.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS