Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Svizzera un giovane su due non si sente riposato durante la settimana. Secondo uno studio dell'Alta scuola zurighese di scienze applicate (ZHAW), a rovinare la qualità del sonno sono soprattutto le feste, i videogiochi e l'uso smodato del telefonino.

Lo studio della ZHAW ha preso in esame un campione di 1000 ragazzi e ragazze fra i 12 e 19 anni in tutta la Svizzera. Risultato: benché la maggior parte dei giovani dice di dormire fra le 8 e le 8 ore e mezzo a notte, la metà di loro non si sente o si sente poco riposato durante la settimana.

I principali fattori di rischio sono risultati essere la partecipazione a feste, i videogiochi e l'uso dello smartphone per inviare foto e video prima di addormentarsi e più in generale il suo utilizzo come sveglia.

Gli autori dello studio sono arrivati alla conclusione che la disponibilità di telefonini ed altri strumenti di comunicazione hanno un forte influsso sui problemi del sonno. In generale viene consigliato di non utilizzare i telefonini in camera da letto.

Per migliorare la qualità del sonno è preferibile leggere un libro o svolgere un'attività con i famigliari prima di dormire. Di notte gli smartphone andrebbero messi in modalità aereo e tutti gli schermi dovrebbero essere spenti almeno un'ora prima di dormire. La loro luce riduce infatti la produzione di melatonina, un ormone che favorisce il sonno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS