Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Lard sec du Valais" e "Jambon cru du Valais" sono ora registrate come indicazioni geografiche protette (IGP) nel registro federale. Non è infatti pervenuta alcuna opposizione entro la scadenza dei termini, riferisce oggi l'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG).

Le domande di registrazione come IGP sono state depositate dall'Associazione dei produttori di carne secca del Vallese e sono state pubblicate a fine maggio.

Le caratteristiche del prosciutto crudo e della pancetta vallesani hanno origine dalle difficili condizioni climatiche delle Alpi, che in passato obbligavano la popolazione a costituire riserve per poter sopravvivere all'inverno. Grazie al sole, al clima secco, ai venti della Valle del Rodano e all'ingegno dei pastori sono nate le tecniche di salatura ed essiccazione, in un granaio o in un solaio, che conferiscono ai salumi il loro aroma particolare, spiega una nota odierna dell'UFAG.

Il Registro federale delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche conta attualmente 34 menzioni: 21 denominazioni di origine protette (DOP) e 13 indicazioni geografiche protette (IGP). Tra le DOP figura anche il Formaggio d'alpe ticinese, unico prodotto registrato del sud delle Alpi.

Il Vallese invece ha invece già ottenuto la tutela DOP per i distillati di albicocche e pere (Abricotine/Eau-de-vie d’abricot e Eau-de-vie de poire), per lo zafferano di Mund, la raclette, il pane di segale nonché l'IGP per la carne secca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS