Navigation

Ikea Svizzera, aumentano ricavi, anche grazie vendita online

Il negozio Ikea di Grancia (Ticino). KEYSTONE/TI-PRESS/PABLO GIANINAZZI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2019 - 07:43
(Keystone-ATS)

Ikea Svizzera, filiale del gigante svedese dei mobili, continua a crescere, in particolare grazie alle vendite online, che rappresentano poco meno del 10% del suo fatturato.

Al termine dell'esercizio 2018/2019, conclusosi a fine agosto, Ikea Svizzera ha registrato un fatturato di 1,14 miliardi di franchi, in crescita del 3,7% rispetto all'anno precedente, precisa una nota odierna della società.

A questo risultato "molto soddisfacente" hanno contribuito i negozi, con una progressione del 2,7%, mentre i servizi e Ikea Food sono cresciuti rispettivamente del 9% e dell'1,7%.

"La crescita del 3,7% in un mercato stagnante è una performance notevole", ha dichiarato Jessica Anderen, che ha assunto la direzione di Ikea Svizzera a inizio ottobre, citata nella nota. Anderen ha sostituito Simona Scarpaleggia, che per nove anni è stata alla guida dell'azienda che ha in organico 2800 dipendenti.

Le attività online hanno contribuito in modo significativo a questo risultato, con un balzo del 17%. La quota dell'e-commerce è ora pari al 9,1% dei ricavi dell'azienda, rispetto al 6,7% del 2017/18.

"Il commercio online genera al momento un fatturato equivalente a quello di un negozio di medie dimensioni", ha sottolineato Anderen. "Abbiamo un processo ottimizzato per la spedizione e la consegna, base ideale per il business online", ha aggiunto.

Tuttavia, i negozi "fisici" rimangono una componente essenziale dell'offerta di Ikea Svizzera. L'apertura di un decimo negozio è prevista nel settembre 2022 in Vallese.

Quest'anno il gruppo, presente in Svizzera dal 1973, vuole concentrarsi maggiormente sulle attività online, "continuando nel contempo ad arricchire l'offerta di servizi". Il leader svedese ha lanciato in Svizzera il noleggio di mobili a professionisti e ritira anche mobili in buone condizioni e assemblati da privati ("Second life").

A livello globale, il gruppo Ingka, di cui Ikea fa parte, ha registrato nell'ultimo esercizio un fatturato di 36,7 miliardi di euro, con un incremento del 5% a tassi di cambio costanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.