Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una notte tropicale, la Svizzera vive una nuova giornata di caldo torrido e molte persone hanno cercato refrigerio nelle piscine pubbliche e lungo le rive di laghi e fiumi. Alle 17.00 MeteoSvizzera ha misurato 37,1 gradi a Ginevra.

Molto simile la situazione anche in altre regioni del paese. A Sion (VS) il termometro segnava 36,4 gradi, 35,8 a Basilea, 34,8 a Zurigo-Kloten, 34,7 a Coira e 34,1 a Berna, ha precisato all'ats Pierre Eckert specialista di MeteoSvizzera. In Ticino il valore massimo registrato a Lugano è stato di 31,2 gradi.

Come previsto le concentrazioni di ozono nella maggior parte delle regioni svizzere superavano alle 14.00 la norma di 120 microgrammi per metro cubo fissata nell'ordinanza sulla protezione dell'aria, ha indicato l'Ufficio federale dell'ambiente nella sua pagina online.

Già durante la notte sono stati superati i 25 gradi. Il valore più alto è stato raggiunto sullo St. Chrischona (BS), dove alle 6.00 del mattino Meteonews ha misurato 26,4 gradi. A Evionnaz, in Vallese, c'erano 25,8 gradi.

Nel corso della notte, che gli specialisti definiscono "tropicale", temperature elevate sono state registrale al Bouveret nel Vallese (24,4), a Losanna (23,4). Sullo Chaumont, vicino a Neuchâtel, a 1130 metri di quota, la colonnina di mercurio ha segnato 21,5 gradi.

Viste le alte temperature, molte persone hanno cercato refrigerio nelle piscine. "C'è moltissima gente" ha indicato all'ats il responsabile di Bellerive a Losanna. Anche a Berna al Marzili vi erano tanti bagnanti e molti non hanno resistito alla tentazione di tuffarsi nell'Aare. I gestori dell'impianto, che è gratuito, calcolano che la struttura sarà frequentata oggi da circa 10mila persone.

Da notare che anche laghi e fiumi offrono condizioni ottimali: 22 gradi al Lago dei quattro cantoni e 23 gradi alla Limmat a Zurigo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS