Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Con ancora negli occhi le immagini delle distruzioni di reperti archeologici perpetrate dalle milizie islamiche, il Consiglio degli Stati ha approvato stamane, come già il Nazionale in dicembre, una mozione che chiede al Consiglio federale di vietare che la Svizzera diventi una piattaforma per lo smercio di beni culturali Siriani e Iracheni trafugati illegalmente da quella regione martoriata dalla guerra civile.

TERRORISMO: la strategia globale per lottare contro il terrorismo dovrebbe essere pronta entro l'estate 2015. Lo ha dichiarato stamane il ministro degli esteri Didier Burkhalter durante i dibattiti al Consiglio degli Stati, sottolineando che la Svizzera punta molto sulla prevenzione, specie per quanto riguarda i "foreign fighters", ossia quei combattenti stranieri attivi in Siria e Iraq in seno allo Stato islamico, fenomeno che tocca anche la Confederazione.

INTERNET: la Svizzera deve posizionarsi come attore internazionale imprescindibile per la regolamentazione di Internet. È quanto si propone una mozione - alla quale il Consiglio federale non si è opposto - adottata oggi dal Consiglio degli Stati dopo che il Nazionale aveva già dato il proprio assenso.

ARMI DISTRUZIONE DI MASSA: dopo il Consiglio nazionale in settembre, gli Stati hanno adottato oggi una mozione del gruppo socialista che mira a creare una zona libera da armi nucleari e altre armi di distruzione di massa in Vicino e in Medio Oriente. Il Consiglio federale era favorevole a questo atto parlamentare.

LAVORATORI INDIGENI: la Camera dei cantoni ha trasmesso tacitamente due mozioni del Nazionale che chiedono al Consiglio federale si promuovere l'impiego della manodopera residente, riducendo la dipendenza dalle maestranze estere, in seguito all'adozione dell'iniziativa UDC contro l'immigrazione di massa.

AGRICOLTURA: i "senatori" hanno respinto tacitamente una mozione del consigliere nazionale André Bugnon (UDC/VD) che chiedeva un sostegno maggiore alle cooperative agricole e vinicole. Quest'ultime avrebbero dovuto godere di prestiti a titolo di sostegno agli investimenti, anche se i proprietari del terreno membri di una cooperativa non coltivano personalmente l'appezzamento.

AGRICOLTURA BIS: gli Stati hanno approvato tacitamente un postulato di Karin Keller-Sutter (PLR/SG) che chiede al Consiglio federale proposte per ridurre il carico amministrativo per gli agricoltori. La Politica agricola 2014-2017 genera parecchie burocrazia, ha ammesso il Governo.

CRESCITA: per 20 voti a 17, la Camera dei cantoni ha domandato al Consiglio federale un rapporto in cui venga descritta una strategia globale per la crescita sostenibile in Svizzera. Il documento deve tener conto dell'immigrazione, della protezione del clima e della pianificazione del territorio.

ACCORDO CON LA WTO: per 34 voti senza opposizione, gli Stati hanno approvato un accordo della WTO volto a facilitare gli scambi. Il Nazionale deve ancora pronunciarsi.

GEORGIA: i "senatori" hanno approvato per 29 voti senza opposizione un'intesa economica bilaterale con la Georgia, volta a facilitare le relazioni tra i due Paesi in quest'ambito. Il Nazionale deve ancora dare il benestare.

POLITICA ESTERA/ECONOMICA: la Camera dei cantoni ha approvato il rapporto di Politica estera 2014 e il Rapporto sulla politica economica esterna 2014.

PASSAPORTO BIOMETRICO: i "senatori" hanno bocciato un'iniziativa del Canton Ginevra che chiedeva agevolazioni nella concessione di visti, in particolare a livello di dati biometrici, per gli stranieri che si rendono in Svizzera, onde evitare soprattutto ostacoli agli spostamenti verso la Ginevra internazionale. Il dossier va al Nazionale.

TERRORISMO: la strategia globale per lottare contro il terrorismo dovrebbe essere pronta entro l'estate 2015. Lo ha dichiarato stamane il ministro degli esteri Didier Burkhalter durante i dibattiti al Consiglio degli Stati, sottolineando che la Svizzera punta molto sulla prevenzione, specie per quanto riguarda i "foreign fighters", ossia quei combattenti stranieri attivi in Siria e Iraq in seno allo Stato islamico, fenomeno che tocca anche la Confederazione.

Ordine del giorno per mercoledì 4 marzo, dalle 08.15 alle 13.00:

- Iniziativa PPD "Per il matrimonio e la famiglia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS