Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il FC Winterthur intenta un'azione legale contro un tifoso che lo scorso mese di maggio ha lanciato un petardo sul campo da gioco.

Per quel lancio la squadra di Challenge League ha dovuto pagare alla Swiss Football League una multa di 12'000 franchi: soldi che ora il club di calcio intende farsi restituire.

Si è trattato di un "attacco subdolo e vigliacco", ha detto al quotidiano "Landbote" il presidente del FC Winterthur Andreas Mösli. L'autore del gesto è un 21enne che durante un match ha fatto esplodere un petardo nelle immediate vicinanze di Patrick Schuler, capitano della squadra di casa. Il giocatore è rimasto fortunatamente illeso.

"Non abbiamo fatto nulla di sbagliato", afferma nell'intervista il presidente Mösli. Il 21enne non faceva parte di un gruppo di tifosi, ma ha agito da solo. Sarà il giudice di pace a decidere sull'azione di risarcimento.

È la prima volta che un club di calcio intenta una simile causa contro un tifoso. La Swiss Football League ha fatto sapere di sostenere l'azione del club: la decisione del giudice potrebbe infatti creare un precedente per altri casi analoghi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS