Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fiumo Doubs.

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Il fiume Doubs è contaminato in modo cronico, con la presenza di una più grande diversità di prodotti inquinanti rispetto alle analisi ufficiali. Lo affermano oggi Pro Natura, WWF e la Federazione svizzera della pesca (FSP), secondo cui la situazione è allarmante.

La capacità di autopurificazione del corso d'acqua è insufficiente in diversi tratti e il "cocktail di microinquinanti" mette in pericolo la sopravvivenza di una varietà emblematica di pesce - l'aprone - in via di estinzione, scrivono le tre organizzazioni in un comunicato odierno.

Due esperti incaricati dalle ONG di procedere alle analisi hanno identificato nel fiume diverse sostanze vietate. In determinati luoghi gli efflussi industriali e urbani sono particolarmente marcati, mentre in altri sono presenti pesticidi e fertilizzanti agricoli.

"Questi risultati dimostrano la necessità di varare misure supplementari per salvare il Doubs", affermano le tre organizzazioni. L'agricoltura deve adottare pratiche biologiche e meno intensive e la silvicoltura ricorrere a metodi meno inquinanti.

Un piano d'azione nazionale per il Doubs è stato lanciato nel novembre 2015, con l'obiettivo di ristabilire il buon funzionamento degli ecosistemi legati al fiume transfrontaliero e giurassiano e garantire la conservazione durevole delle specie caratteristiche del corso d'acqua e dei suoi affluenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS