Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FRIBURGO - Il Partito pirata svizzero (PPS) si estende in Romandia. La formazione politica fondata nel 2009 e presente soprattutto nella Svizzera tedesca ha deciso di fondare tre nuove sezioni: una ginevrina il 22 gennaio, una friburghese il 29 e una vodese il 5 febbraio.
Lo ha detto oggi all'ATS Pascal Gloor, vicepresidente del PPS, facendo riferimento a una informazione della "Liberté". Il PPS, che attualmente ha sezioni a Zurigo, Berna, Basilea Città e Basilea Campagna (riunite in un'unica sezione) e Argovia, conta oltre 30 membri a Ginevra, più di 40 a Friburgo e una settantina nel cantone di Vaud.
Gloor, in un'intervista pubblicata la settimana scorsa dalla "Liberté", aveva dichiarato che il PPS punta a ottenere due seggi in Parlamento nelle prossime elezioni federali di ottobre.
Il Partito pirata svizzero, nato sulla scia dell'analogo partito fondato nel 2006 in Svezia e di quelli nati in seguito in Germania, Austria, Spagna e Francia, si considera il rappresentante della "generazione digitale" e non si ritiene "né di destra né di sinistra".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS