Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FRIBURGO - Il Partito pirata svizzero (PPS) si estende in Romandia. La formazione politica fondata nel 2009 e presente soprattutto nella Svizzera tedesca ha deciso di fondare tre nuove sezioni: una ginevrina il 22 gennaio, una friburghese il 29 e una vodese il 5 febbraio.
Lo ha detto oggi all'ATS Pascal Gloor, vicepresidente del PPS, facendo riferimento a una informazione della "Liberté". Il PPS, che attualmente ha sezioni a Zurigo, Berna, Basilea Città e Basilea Campagna (riunite in un'unica sezione) e Argovia, conta oltre 30 membri a Ginevra, più di 40 a Friburgo e una settantina nel cantone di Vaud.
Gloor, in un'intervista pubblicata la settimana scorsa dalla "Liberté", aveva dichiarato che il PPS punta a ottenere due seggi in Parlamento nelle prossime elezioni federali di ottobre.
Il Partito pirata svizzero, nato sulla scia dell'analogo partito fondato nel 2006 in Svezia e di quelli nati in seguito in Germania, Austria, Spagna e Francia, si considera il rappresentante della "generazione digitale" e non si ritiene "né di destra né di sinistra".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS