Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Sole irrequieto torna a dare spettacolo, con un'eruzione mozzafiato e getti di gas che si avvolgono su se stessi per poi precipitare e sparire.

Ripresa dal telescopio spaziale Soho (Solar and Heliospheric Observatory) della Nasa, l'eruzione è avvenuta sul volto 'nascostò del Sole, ossia il lato che la nostra stella in questi giorni non rivolge verso la Terra. Per questa ragione lo sciame di particelle liberato dall'eruzione non è diretto verso il nostro pianeta, che quindi non corre alcun rischio di essere investito da una tempesta magnetica.

Tuttavia, nei prossimi giorni questo lato 'irrequietò si rivolgerà alla Terra e non si esclude che potrebbero esserci 'sorpresè, cioè nuove eruzioni solari che, dopo un periodo di quiete, potrebbero potenzialmente colpire il nostro pianeta.

I nastri di gas osservati dal telescopio Sdo (Solar Dynamics Observatory) della Nasa rientrano invece nell'ordinaria attività solare ma non è comune, sottolinea la Nasa, vederli in azione. I getti di elio, che raggiungono temperature di 60.000 gradi, sono stati infatti osservati mentre si attorcigliano su se stessi e corrono avanti e dietro sulle linee del campo magnetico, prima di sparire.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS