L'anno scorso ben 10'166 persone da rimpatriare hanno beneficiato del soccorso d'emergenza sotto forma di vitto, alloggio, vestiario e assistenza sanitaria di base, per una durata media di 115 giorni. È quanto emerge da un rapporto pubblicato dall'Ufficio federale della migrazione (UFM).

I beneficiari provenivano soprattutto da Nigeria, Tunisia e Serbia e, nell'80% dei casi, erano di sesso maschile, si legge in un comunicato odierno.

Nel 2011 la Confederazione ha versato ai Cantoni, a titolo di compenso per l'aiuto immediato, una somma forfettaria unica di 6'116 franchi per ogni richiedente l'asilo con decisione negativa o di non entrata in materia. In totale, i contributi hanno raggiunto i 62 milioni di franchi.

Dall'estensione del blocco dell'aiuto sociale, il primo gennaio 2008, sono stati spesi 139,5 milioni di franchi per il soccorso d'emergenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.