Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale potrebbe presentare venerdì la sua proposta per l'applicazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa, votata il 9 febbraio 2014, e sembra che anche Bruxelles sia meno categorica nel rifiutare la discussione su questo tema.

"È possibile che si giunga ad una soluzione adatta per motivi tecnici" ha detto Mina Andreeva, portavoce del presidente della Commissione europea, ieri a Bruxelles. Il tono quindi del discorso è cambiato visto che finora l'Ue aveva sempre affermato che la libera circolazione delle persone "non è negoziabile". Per il momento si parla solo di "consultazioni" e non discussioni o trattative, anche se la portavoce ha affermato che la Commissione "ha investito molto tempo ed energia nella ricerca di una soluzione".

Si è però ancora molto lontani dall'obiettivo, visto che la decisione dovrà essere approvata dagli stati membri, ha aggiunto Andreeva smentendo la "NZZ am Sonntag". Il domenicale sosteneva che la soluzione per applicare l'iniziativa contro l'immigrazione di massa e salvare gli accordi bilaterali era a portata di mano.

La Svizzera avrebbe due opzioni, entrambe basata su una clausola di salvaguardia. La prima prevede di rinunciare all'introduzione di contingenti sui lavoratori stranieri, in cambio di una clausola di salvaguardia che bloccherebbe l'accesso al mercato del lavoro svizzero ai non residenti se l'immigrazione supera una determinata soglia.

La seconda consisterebbe nell'applicazione di un articolo dell'Accordo di libera circolazione che prevede la possibilità di adottare misure adeguate "in caso di gravi difficoltà di ordine economico o sociale". Sempre secondo la NZZ questa opzione avrebbe i favori dell'Unione democratica di centro e degli ambienti economici.

La portavoce europea non ha voluto commentare le notizie di stampa. Il presidente della commissione europea Juncker e la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga sono rimasti regolarmente in contatto nelle ultime settimane e si incontreranno ancora una volta prima della fine dell'anno, ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS