Ridurre l'attrattiva della Svizzera e aumentare la produttività interna: queste le linee guida che deve tenere il paese nei suoi rapporti con l'Unione europea, secondo il capogruppo PS alle Camere federali Andy Tschümperlin.

"L'attrattiva della Svizzera deve essere diminuita, in particolare quella fiscale in relazione alle aziende", afferma il deputato svittese in un'intervista pubblicata dalla "SonntagsZeitung". "La nostra strategia europea non può essere quella di far traslocare da Reykjavik intere società farmaceutiche con 500 dipendenti".

Sempre secondo Tschümperlin bisogna nel contempo "aumentare la produttività, sfruttando meglio il potenziale interno". Per raggiungere questo obiettivo vanno investiti più soldi nella formazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.