Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo quello parigino di La Chapelle, smantellato questa mattina all'alba, la polizia francese ha annunciato lo sgombero di altri due campi di migranti a Calais, il grande porto francese da cui centinaia di disperati cercano ogni giorno di raggiungere l'Inghilterra.

Uno dei due campi evacuati dalle forze dell'ordine nella cosiddetta 'Lampedusa del nord' era proprio a due passi dall'ingresso del tunnel della Manica.

A Parigi, le operazioni di evacuazione al Pont de la Chapelle si sono concluse intorno alle 11:30. I circa 350 migranti che da settimane vivevano nella tendopoli a forte rischio di epidemia sono stati caricati su numerosi pullman della polizia. Sul parabrezza, un foglio A4 con altrettante destinazioni tra Parigi e i seguenti comuni della banlieue: Aulnay, Brétigny-sur-Orge, Pontoise, Cergy, Conflans-Sainte-Honorine. Secondo le autorità francesi, i migranti verranno ricollocati in alloggi specifici, in base allo status.

Insieme agli agenti, ha seguito le operazioni di evacuazione anche Pierre Henry, presidente dell'ong France Terre d'Asile. "È più un'operazione sanitaria e di accesso ai diritti che un'operazione di polizia", ha detto, mentre sul sito non è mancato un corteo di solidarietà ai migranti.

Secondo France Info, la prefettura parigina avrebbe inoltre annunciato l'evacuazione, nei prossimi giorni, di un altra tendopoli parigina, nei pressi della Gare d'Austerlitz.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS