Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del CSU, Horst Seehofer (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/MATTHIAS SCHRADER

(sda-ats)

La Csu, il partito bavarese alleato di Angela Merkel, avanzerà nuove richieste di inasprimento della politica sui profughi che saranno discusse all'assemblea che si aprirà domani.

Lo riferisce l'agenzia Dpa, citando un documento di lavoro nel quale compaiono proposte come il tetto massimo di 200.000 profughi all'anno, "la precedenza a profughi che provengono da culture cristiane e occidentali", il divieto di burqa e niqab in pubblico, laddove prescritto dalla legge, e l'abolizione della doppia cittadinanza.

È lo Stato che deve decidere chi accogliere, non i migranti, è scritto nel documento, che prevede anche la creazione di aree di transito ai confini e respingimenti immediati per chi non ha diritto all'asilo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS