Navigation

Immigrazione: lieve aumento di arrivi da UE/AELS nel 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2012 - 18:33
(Keystone-ATS)

Alla fine del 2011, la Svizzera contava 1'772'279 stranieri residenti permanenti, il 3% in più rispetto ad un anno prima. La maggior parte proveniva da paesi dell'UE/AELS. Si tratta di 1'147'185 persone, pari ad un incremento del 4,1% contro il 3,3% del 2010. Lo ha reso noto oggi l'Ufficio federale della migrazione (UFM) precisando che il tasso d'aumento di questo gruppo segue l'andamento economico in Svizzera.

L'effettivo della popolazione residente permanente straniera proveniente dagli altri Paesi era di 625'094 persone (+1%). L'evoluzione rispecchia la politica migratoria del Consiglio federale, precisa la nota. La nuova legge sugli stranieri permette di reclutare soltanto manodopera particolarmente qualificata nei paesi che non fanno parte dell'Unione europea e dell'Associazione europea di libero scambio.

Nel 2011 sono immigrate in Svizzera 142'471 persone, contro 134'171 del 2010. L'emigrazione ha registrato un leggero calo: gli stranieri in partenza sono stati 64'038, contro i 65'523 dell'analogo periodo precedente.

Il gruppo di nuovi immigrati più importante è costituito da tedeschi (12'601 persone), seguiti da Portoghesi (11 018), Kosovari (8923), Francesi (4370) ed Eritrei (2575). Viceversa, i Paesi che hanno registrato il maggior calo in Svizzera sono Serbia (-10'386), Bosnia e Erzegovina (-1'053), Croazia (-1'011), Sri Lanka (-941) e Turchia (-452). Queste cifre confermano la tendenza registrata negli ultimi anni, precisa la nota dell'UFM.

In valore assoluto, gli Italiani sono il gruppo più numeroso (290'546, vale a dire il 16,4% del totale degli stranieri). Vengono quindi i Tedeschi (276'828) e i Portoghesi (224'171).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?