Navigation

Immigrazione: Sommaruga, basta scontri, dibattito sia razionale

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 gennaio 2012 - 16:31
(Keystone-ATS)

In materia di immigrazione è ora di finirla con i classici scontri politici di trincea: la sinistra deve ammettere che vi sono problemi, mentre la destra deve riconoscere che l'afflusso di persone dall'estero è necessario. Lo afferma la consigliera federale Simonetta Sommaruga in un'intervista che sarà pubblicata domani sul settimanale tedesco "Die Zeit".

"Un paese che non è in grado di parlare di immigrazione in modo razionale rischia di perdere d'occhio i veri problemi", sostiene la ministra di giustizia. "Le persone che si trovano nella procedura d'asilo rappresentano il 2% degli stranieri in Svizzera. Ciò nonostante si ha l'impressione che 2500 tunisini possano destabilizzare la Svizzera". La consigliera federale socialista ricorda a questo proposito che il Kenia accoglie ogni giorno 1500 profughi. A suo avviso non si tratta di minimizzare i problemi, ma di tenere conto delle loro proporzioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?