Navigation

Impianti di risalita: inverno magro, calano sciatori e fatturato

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 maggio 2012 - 12:15
(Keystone-ATS)

L'inverno scorso è stato difficile per le società svizzere che gestiscono gli impianti di risalita: i visitatori sono stati 25,1 milioni, con un calo su base annua del 3,3%. Il fatturato è sceso di mezzo punto percentuale a 800,2 milioni.

La stagione 2011/12 è inferiore alla media degli ultimi cinque anni, ma è comunque migliore di quella 2006/07, la peggiore del nuovo millennio, ha indicato oggi l'associazione di categoria Funivie svizzere (FUS). Hanno pesato il franco forte, la neve giunta dapprima tardi e poi troppo abbondante, l'ondata di freddo estremo che è seguita dopo, nonché il maltempo che ha rovinato la Pasqua.

Gli impianti in località vicine agli agglomerati hanno avuto una stagione più soddisfacente di quella delle grandi stazioni alpine, dove si è fatta in particolare sentire la minore affluenza di ospiti stranieri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?