Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I dirigenti svizzeri sono più critici di quelli di altri paesi riguardo agli effetti negativi del lavoro mobile sull'equilibrio tra vita professionale e vita privata. Secondo uno studio realizzato da Sage in 18 paesi e pubblicato oggi, l'80% delle persone interrogate in Svizzera indica di lavorare fino a un quarto del proprio tempo in trasferta.

Ma il 34% dei dirigenti elvetici indica di vedere nell'aumento della mobilità effetti negativi: nel confronto internazionale (19%), la Svizzera si trova così chiaramente in testa con la Germania e l'Austria (33% ciascuna). Solo un quarto degli svizzeri interrogati registra un effetto positivo sull'equilibrio tra vita professionale e vita privata.

Per quanto riguarda l'accessibilità, lo studio evidenzia che solo il 26% dei dirigenti elvetici vuole essere raggiungibile per i clienti 24 ore su 24. Il valore medio a livello internazionale è del 47%: la Svizzera occupa l'ultima posizione, dopo l'Austria e la Germania (entrambe il 30%).

Lo studio - Sage Business Index 2014 - è stato realizzato tra il 9 luglio e il 29 agosto 2014 presso 13'710 dirigenti di piccole e medie imprese in 18 paesi. Sage Svizzera, che si dichiara il leader nei software di gestione, conta oltre 60'000 clienti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS