Navigation

Impiego esercito ad ambasciata a Tripoli non contestato

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2012 - 17:17
(Keystone-ATS)

L'impiego dell'esercito per garantire la protezione dell'ambasciata svizzera a Tripoli non sembra contestato. Dopo la Commissione della politica di sicurezza degli Stati, anche quella del Nazionale raccomanda al plenum di dare il via libera al contingente militare con 17 voti contro 2 e 4 astenuti.

La commissione ritiene che sia nell'interesse del paese. Il contingente, sul posto dalla metà di gennaio, è composto di membri del commando delle forze speciali dell'esercito equipaggiati con armi leggere. Per ragioni di sicurezza, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) si è rifiutato di precisare quanti uomini sono stati inviati in Libia. La durata della loro missione è di sei mesi, ma il Consiglio federale può prolungarla di altri sei mesi in caso di bisogno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?