Navigation

Implenia, gruppo azionisti chiede scorporo settore sviluppo

Implenia, gruppo di azionisti chiede rinnovo del Consiglio di amministrazione. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2019 - 11:14
(Keystone-ATS)

Un gruppo di azionisti del colosso edile Implenia chiede a gran voce la convocazione di un'assemblea generale straordinaria con l'obiettivo di modernizzare l'impresa.

Gli azionisti in questione - Veraison, Parmino Holding e Max Rössler -proporranno di scindere le attività immobiliari affinché quest'ultime vengano quotate in Borsa. Su questa proposta si dovrebbe tenere una votazione consultiva

In una nota odierna, le tre società di investimento chiederanno inoltre agli azionisti di "completare il Consiglio di Amministrazione e rafforzarlo con personalità dalle particolari competenze nel core business dell'azienda, ossia lo sviluppo e l'edilizia".

A tale scopo intendono sottoporre all'assemblea generale la nomina di Peter Bodmer, Andreas Alsen e Leo Mittelholzer, tre "rinomati esperti del settore", nel Consiglio di amministrazione in sostituzione dell'attuale presidente Hans Ulrich Meister e di Ines Pöschel.

Secondo il comunicato, "un Consiglio di amministrazione rinnovato garantirà a Implenia una governance più moderna per il futuro". Lo scorporo delle attività immobiliari sarà effettuata "con un dividendo azionario o una struttura simile".

Lo scorso 18 di settembre, in un'intervista pubblicata su The Market, il co-fondatore di Veraison Capital, Gregor Greber, aveva dichiarato che l'attività di sviluppo volto alla realizzazione di progetti avrebbe dovuto essere separata dal gruppo e poi quotata in Borsa. Questa unità, "perfettamente gestita e posizionata", dispone infatti di grandi e attrattive riserve di terreni che dovrebbero essere valorizzate a lungo termine.

Le riserve fondiarie di Implenia sono iscritte nel bilancio del gruppo edile zurighese per un importo di 199 milioni di franchi. Facendo riferimento ad analisi esterne, Greber stima il loro valore e quello della divisione a non meno di 400 milioni.

Una settimana prima della pubblicazione di questa intervista, Veraison Capital aveva annunciato di essersi alleata con la società di investimento di Max Rössler, Parmino Holding e allo stesso Rössler: assieme questo "trio" detiene il 18,1% delle azioni del gruppo edilizio. Rössler è uno dei principali proprietari di Implenia fin dalla sua fondazione.

Veraison, a differenza di altri azionisti, sfrutta la propria posizione di coproprietario per imporre la propria visione strategica sulla gestione di un'azienda. Greber e Valentin Chapero, ex manager di Sonova, rappresentano gli uomini forti della società zurighese, società che detiene partecipazioni significative in diverse aziende quotate alla borsa svizzera, tra cui Comet, Komax, Meyer Burger, Calida e Ascom.

Secondo Greber, Implenia è fortemente sottovalutata in relazione alla sua capacità reddituale e al valore dei suoi beni. L'impegno di Veraison dovrebbe permettere al gigante della costruzione di sfruttare appieno il proprio potenziale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.