Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La netta opposizione all'iniziativa popolare "imposta sull'energia invece dell'IVA" rappresenta "una grandissima delusione": lo afferma la capogruppo dei Verdi liberali, Tiana Angelina Moser, che non teme però ripercussioni per il partito nelle elezioni federali del prossimo autunno.

Il chiaro no è da interpretare come una bocciatura di un progetto, non di una formazione politica, ha indicato Moser all'ats. A suo avviso la tassa sull'energia è stata respinta in modo così massiccio perché era legata all'abolizione dell'IVA.

Inoltre ha avuto un ruolo anche la fine del cambio minimo franco/euro: un passo che ha creato incertezza e fatto diminuire la propensione ai cambiamenti, ha aggiunto la consigliere nazionale zurighese.

Per il collega argoviese Beat Flach la svolta energetica non è in pericolo. "Non vi sono alternative", ha sostenuto il consigliere nazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS