Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ridurre il consumo di energia pretendendo nel contempo di finanziare lo stato non aveva senso e i cittadini l'hanno capito: lo afferma Economiesuisse, che prende atto con favore della netta bocciatura dell'iniziativa dei Verdi liberali.

La proposta avrebbe generato un conflitto di obiettivi insolubile e pesato unilateralmente sui bassi redditi, gli inquilini, le regioni periferiche e l'industria svizzera, sostiene la federazione delle imprese elvetiche. Le discussioni di queste ultime settimane hanno tuttavia mostrato ancora una volta che l'IVA può essere perfezionata: occorre in particolare ridurre gli oneri amministrativi delle piccole e medie imprese. La migliore soluzione, secondo l'organizzazione, sarebbe l'introduzione di un tasso unico.

L'esito della votazione deve essere preso in considerazione anche nel dibattito sulla strategia energetica e l'introduzione di un sistema d'incentivazione: i votanti hanno chiaramente respinto un rincaro massiccio dell'energia, sottolinea Economiesuisse. Nel difficile attuale contesto economico l'economia non ha bisogno di ulteriori oneri, bensì di una moratoria sui costi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS