Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente nigeriano Muhammadu Buhari

KEYSTONE/AP Pool Getty/DAN KITWOOD

(sda-ats)

Le Nazioni Unite esprimono "allarme per i legami di Boko Haram con lo Stato islamico" e avvertono che il gruppo terroristico nigeriano continua "a minare la pace e la stabilità" in Africa occidentale e centrale.

È quanto si legge in una nota del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, diffusa a poche ore da un summit regionale ad Abuja dedicato alla lotta contro Boko Haram.

Al vertice, convocato dal presidente nigeriano Muhammadu Buhari, ci saranno gli omologhi di Benin, Camerun, Ciad e Niger, insieme al presidente francese François Hollande, al ministro degli Esteri britannico Philip Hammond ed al vice segretario di Stato americano Antony Blinken.

Proprio Blinken ha manifestato la sua preoccupazione per le notizie secondo cui militanti di Boko Haram si starebbero spostando in Libia, per combattere al fianco dell'Is.

"Abbiamo visto che la capacità di Boko Haram di comunicare è diventata più efficace - ha sottolineato il numero due del dipartimento di Stato - Sembra che abbiano beneficiato dell'assistenza di Daesh (acronimo arabo per lo Stato islamico).

Tutti questi elementi indicano che ci sono più contatti e cooperazione e questo è qualcosa che dobbiamo osservare con attenzione, perché vogliamo tagliare questi legami".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS