Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'autore del ritratto ufficiale dell'ex presidente Usa Bill Clinton ha rivelato ieri di aver incluso nell'immagine tradizionale del capo della Casa Bianca davanti a un caminetto un riferimento allo scandalo di Monica Lewinsky e al famigerato abito blu della stagista che divenne parte integrante del processo di impeachment per il Sexgate nel 1998.

"Se guardate a sinistra c'è il camino dello Studio Ovale", ha detto Nelson Shank al Philadelphia Daily News: "Lì ho dipinto un'ombra che in realtà fa due cose: è l'ombra reale di un abito che avevo messo alle mie spalle su un manichino mentre dipingevo. Ma è anche una metafora che rappresenta l'ombra lasciata dallo scandalo Lewinsky sulla presidenza degli Stati Uniti con lo scandalo".

Shanks ha raffigurato molti personaggi famosi, da lady Diana a Papa Giovanni Paolo Secondo. Il ritratto di Clinton risale al 2001 ed è parte della collezione della National Portrait Gallery di Washington anche se, per quel che dice il suo autore, Bill lo vorrebbe vedere rimosso. "I Clinton lo odiano", ha detto il pittore che nel quadro, oltre a inserire l'ombra del vestito di Monica, ha effigiato l'ex presidente senza fede al dito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS