Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 700 terremoti, di cui tre percepiti chiaramente, sono stati registrati l'anno scorso in Svizzera e nei paesi limitrofi. Il Servizio sismico svizzero (SED) parla nel suo bilancio di un anno piuttosto tranquillo dal punto di vista sismico.

Come già negli anni precedenti l'attività sismica si è concentrata l'anno scorso soprattutto nel Vallese e nei Grigioni. Una frequenza accresciuta di scosse è stata registrata nella regione compresa fra il Walensee (SG) e il Liechtenstein, nella Svizzera centrale e nel Giura, scrive oggi il SED in una nota.

Le magnitudo degli eventi sismici sono state tutte inferiori a 3.3 gradi della scala Richter. I terremoti chiaramente percepiti sono stati tre: quello registrato nella regione di Bienne (BE) il 31 gennaio (magnitudo 3.1), quello nei pressi di Berna del 6 aprile (magnitudo 2.6) e quello localizzato a nord di Sierre (VS) il 14 ottobre (magnitudo 3.1). Nessuno di questi eventi è stato tuttavia abbastanza grave da causare danni.

Anche nel 2015 l'attività sismica è stata contrassegnata da diversi sciami. Questi ultimi - scrive ancora il SED - sono una caratteristica tipica dell'attività sismica in Svizzera e di solito si riconoscono per l'assenza di una chiara scossa principale. Gli sciami sismici possono durare per un periodo di poche ore fino a un massimo di diversi anni. Sono comunque rari i casi in cui l'intensità e il numero di scosse aumenta con il tempo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS