Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Ticino le riviste italiane vengono vendute a oltre il doppio del prezzo praticato in Italia. È quanto emerge dalla quarta rilevazione dei prezzi pubblicata oggi dall'Alleanza delle organizzazioni dei consumatori.

Concretamente, in Ticino i periodici sono mediamente più cari del 112%. Nel confronto con gli altri paesi confinanti, i prezzi svizzeri sono del 39% più elevati rispetto a quelli praticati in Austria, del 53% rispetto alla Germania e del 55% rispetto alla Francia.

Il record assoluto - a livello svizzero - è stato registrato con la rivista italiana "Diva e Donna", in Ticino venduta a 3,80 franchi (e nel resto della Svizzera addirittura a 4,30 franchi, ndr) e in Italia a 1 euro, per una differenza di prezzo pari al 207%. La statistica ha preso in considerazione 132 periodici, i cui prezzi di vendita sono stati rilevati tra il 21 e il 23 ottobre 2013.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS