Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'incendio avvenuto il 27 dicembre 2014 sullo storico battello a vapore "Uri" sul lago dei Quattro Cantoni fu causato da un cavo difettoso nella sala motori.

A questa conclusione è giunto il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI), che ha pubblicato oggi il suo rapporto.

L'incendio era scoppiato poco dopo mezzogiorno nella sala motori del battello al largo di Kastanienbaum (LU), causando momenti di paura agli 89 passeggeri a bordo, che erano però stati sbarcati incolumi a Hergiswil, nel canton Nidvaldo, ed erano stati poi riportati in autobus a Lucerna, da dove erano partiti. I pompieri avevano spento le fiamme rapidamente.

I macchinisti del battello ultracentenario - il più vecchio piroscafo a ruote della Svizzera, entrato in servizio nel 1901 e rimesso a nuovo negli anni Novanta - avevano subito attribuito l'incendio a un problema elettrico.

Il SISI conferma ora la diagnosi, indicando che il fuoco è stato causato da un cavo verosimilmente già danneggiato e troppo teso che conduceva a un pannello elettrico del generatore.

Il SISI (sigla derivante dalla precedente denominazione, Servizio d'inchiesta svizzero sugli infortuni, cambiata nel febbraio 2015) formula una raccomandazione tecnica di sicurezza all'Ufficio federale dei trasporti riguardo al montaggio di componenti elettrici sui veicoli. Secondo il SISI la compagnia di navigazione del lago dei Quattro Cantoni ha già reagito migliorando i raccordi e ha assicurato che procederà a controlli periodici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS