Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La torre distrutta dalle fiamme.

KEYSTONE/EPA/FACUNDO ARRIZABALAGA

(sda-ats)

E' polemica sempre più aperta sul catastrofico incendio alla Grenfell Tower, grattacielo 'popolare' di Londra.

Fa discutere in particolare, ma raccoglie anche molti consensi fra la gente del quartiere, la proposta del leader laburista Jeremy Corbyn, di far "requisire" temporaneamente, per ospitarvi gli sfollati, alcune delle molte case tenute sfitte da ricchi investitori nell'ambito di un mercato immobiliare altamente speculativo.

Una proposta respinta tuttavia dal leader conservatore, Nicholas Paget-Brown, del consiglio municipale del quartiere di Kensington and Chelsea, dove si trova la torre (di proprietà del consiglio stesso), ma anche alcune delle aree più lussuose della capitale britannica.

Secondo Paget-Brown, un'idea del genere richiederebbe "una modifica di legge", di competenza "del parlamento di cui Jeremy Corbyn fa parte". In alternativa, il consiglio, in linea con la premier Theresa May e con la ministra Andrea Leadsom, promette invece di "cercare di trovare alloggi in aree vicine" per chi è rimasto senza tetto a causa del disastro di Gremfell.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS