Navigation

Incidente A3: i morti sono una donna e due uomini

L'identità delle tre vittime del grave incidente stradale avvenuto ieri sulla A3 a Effingen (AG) è stata chiarita. KEYSTONE/Kantonspolizei Aargau sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2019 - 10:51
(Keystone-ATS)

L'identità delle tre vittime del grave incidente stradale avvenuto ieri sulla A3 a Effingen (AG) è stata chiarita. A perdere la vita sono stati una donna di 55 e due uomini di 64 e 42 anni.

A causa della protezione della sfera privata la procura argoviese non ha fornito maggiori dettagli. Contro l'uomo che ha provocato l'incidente, un 45enne del Montenegro domiciliato nel canton Argovia, è stato aperto un procedimento penale, che si incentrerà sull'accusa di omicidio colposo o intenzionale.

L'imputazione esatta verrà determinata solamente alla fine delle indagini, ha spiegato il portavoce della procura all'agenzia Keystone-ATS.

Ieri, attorno alle 9:10 davanti al portale nord del tunnel del Bözberg, in direzione di Zurigo, un SUV sportivo ha tamponato con violenza un'altra vettura, schiacciandola contro un camion. I tre morti si trovavano nel veicolo tamponato.

La corsia di sorpasso era chiusa per un cantiere temporaneo segnalato da un mezzo della manutenzione. Per questo motivo, sulla carreggiata di destra si era formata una colonna. Il montenegrino - al volante di una Porsche Cayenne - si è accorto all'ultimo momento che la corsia di sorpasso era chiusa.

Si è quindi spostato su quella di destra, urtando dapprima di striscio un semirimorchio ed andando in seguito a sbattere "con grande violenza" contro un'altra vettura, una Renault Kadjar, ferma davanti ad un altro camion con rimorchio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.