Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Meno morti sulle strade svizzere: le vittime, nel 2009, sono state complessivamente 349, con un calo di 8 unità rispetto all'anno precedente. I feriti gravi sono stati 4'708 (-72) e i feriti leggeri 20'422 (-354). Gli uomini rappresentano il 77% dei morti e il 68% dei feriti gravi.
Sull'arco di dieci anni, informa oggi l'Ufficio federale di statistica (UST), "le persone che hanno perso la vita in incidenti della circolazione stradale sono diminuite del 41% e i feriti gravi e leggeri si sono ridotti rispettivamente del 24% e del 14%". Tra i pedoni (60 vittime), il calo è stato del 54%, tra i conducenti di veicoli (246 vittime) del 35% e tra i passeggeri (43 vittime) del 50%.
L'UST fa anche un raffronto con i 27 paesi dell'Unione europea: "nel 2008 sulle strade europee hanno perso la vita 38'875 persone, il che corrisponde a 78 morti su un milione di abitanti. In Svizzera i morti su un milione di abitanti sono stati 47, in Germania 55, in Francia 69, in Italia 79 e in Austria 81. Considerando il numero dei veicoli in circolazione, in Svizzera sono decedute 90 persone ogni milione di automobili, in Germania 109, in Italia 132, in Francia 137 e in Austria 159.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS