Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Incidenti fra dimostranti palestinesi e reparti dell'esercito israeliano sono segnalati in diverse località della Cisgiordania fra cui Hebron ed alcuni villaggi vicini.

A Kalandya, a nord di Gerusalemme, si sono verificati duri scontri e secondo fonti locali almeno quattro dimostranti sarebbero rimasti feriti. A Gerusalemme le preghiere del venerdì si sono concluse senza incidenti, ma fra misure di sicurezza molto strette imposte dalla polizia israeliana.

A Issawia (Gerusalemme est) bottiglie incendiarie sono state indirizzate verso le forze di polizia israeliana. Nel vicino campo profughi di Jelazun si sono avuti scontri fra dimostranti e reparti dell'esercito e così pure nella provincia di Nablus, dove risiedeva il bambino Ali Dawabsheh.

Una manifestazione di protesta per l'attentato - attribuito a terroristi ebrei - è stata organizzata anche in Israele nella città di Um el-Fahem dove centinaia di dimostranti sono sfilati nelle strade ostentando bandiere di Hamas. Non si sono verificati incidenti e la polizia non è intervenuta.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS