Più di 1,2 milioni di persone nel mondo muoiono ogni anno per incidenti stradali. La cifra è destinata a triplicare entro il 2030. Lo ricorda il Pulitzer Center, che ha realizzato una mappa interattiva in cui è possibile vedere i tassi di mortalità in ogni singolo paese del mondo.

La mappa, all'indirizzo roadskillmap.com, mostra chiaramente che il problema riguarda sempre di più i paesi in via di sviluppo, che hanno il 50% del traffico mondiale ma il 90% delle morti.

I tassi più alti si riscontrano in Venezuela (37,4 morti ogni 100mila abitanti), Iran (34,1) e Nigeria (33,7), dove fino a pochi anni fa la patente non si otteneva dopo un esame ma soltanto con il pagamento di una tassa.

"In questi paesi - ricordano gli esperti del centro - gli incidenti stanno per diventare la quinta causa di morte, superando malaria o tbc".

In Europa gli svedesi sono in cima alla lista per minor numero di morti per incidente, con 266 in tutto il 2010, corrispondenti a 3 morti ogni 100mila abitanti, contro i 4,3 in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.