Navigation

Incombe il duopolio Swisscom-Sunrise, dice Fondazione consumatori

Consumatori trasformati in vacche da mungere? KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2019 - 14:48
(Keystone-ATS)

Una decisione assurda, che porterà a un duopolio Swisscom-Sunrise sul mercato svizzero delle telecomunicazioni e indebolirà la posizione dei clienti: è il giudizio della Fondazione per la protezione dei consumatori (FPC).

La FPC si è espressa sul via libera senza condizioni dato oggi dalla Commissione della concorrenza (Comco) all'acquisizione di UPC da parte di Sunrise. "La Comco non solo non vede problemi, ma addirittura sostiene che l'operazione ravviverà la concorrenza, ciò che è assurdo", afferma la FPC (Stiftung für Konsumentenschutz, SKS) in un comunicato odierno.

Se anche gli azionisti approveranno la fusione - cosa che non è certa: vi sono opposizioni in seno a Sunrise - i numeri uno e due del mercato elvetico avranno i consumatori alla loro mercé, sostiene l'organizzazione. Già oggi i clienti soprattutto nelle regioni discoste non hanno la possibilità di difendersi dalla preminenza dei grandi gruppi, vista la scarsità dei concorrenti. La fusione peggiorerebbe ulteriormente la situazione: i piccoli operatori dovranno noleggiare le reti di Swisscom e Sunrise e le due società, attraverso tariffe elevati, faranno sì che i concorrenti non potranno diventare troppo forti, si dice convinta la FPC.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.