Navigation

India: 'nuovo Gandhi', in parlamento sua legge anti-corrotti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2011 - 07:34
(Keystone-ATS)

Lo sciopero della fame dell'attivista Anna Hazare è giunto oggi all'undicesimo giorno, mentre il Parlamento si accinge ad aprire un dibattito sulla Legge anti-corruzione popolare (Jan Lokpal Bill), una iniziativa concessa dal governo che dovrebbe portare alla fine della protesta.

Ieri si sono moltiplicati gli appelli affinché quello che viene definito "il nuovo Gandhi" sospenda il suo digiuno, ma l'interessato ha detto che prima di decidere vuole attendere il risultato del dibattito parlamentare.

Le condizioni fisiche dell'attivista, hanno riferito i medici, si sono stabilizzate, anche se richiederebbero un ricovero in ospedale, un'ipotesi che l'attivista respinge fermamente, dicendosi in grado di astenersi dal cibo per ancora molti giorni.

Il governo ha praticamente ceduto a tutte le principali richieste di Hazare, insistendo solo sul rispetto delle procedure istituzionali nell'approvazione delle leggi e sulla necessità di aprire la discussione non solo sul progetto messo a punto dal 'team Anna', ma anche su altri elaborati dal governo e da altre personalità e gruppi indiani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?