Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno otto persone sono state uccise in un attacco armato sferrato stamane contro un commissariato della polizia in Punjab, nel nord ovest dell'India. Lo riferisce la tv Cnn-Ibn.

Secondo fonti di intelligence, citati dall'emittente, "sono morti tutti i poliziotti" che si trovano all'interno. Tra le vittime ci sono anche due detenuti. Sul posto stanno per arrivare i reparti speciali dell'esercito. Dalle immagini trasmesse in diretta, si vede un intenso scontro con le forze dell'ordine schierate intorno all'edificio.

L'attacco è iniziato alle prime luci dell'alba. Durante l'azione sono stati presi in ostaggio anche diversi familiari degli agenti che abitano nei pressi del commissariato.

Gli assalitori sono armati con degli AK47 e, da quanto si è appreso, hanno un addestramento di tipo militare.

Sempre stamane sui binari della ferrovia Pathankot-Dinanagar, nello stesso distretto, sono state trovate cinque bombe. Gli investigatori stanno ora accertando se ci sono legami con l'attentato. La città di Gurdaspur è nel nord ovest del Punjab, vicino alla frontiera con il Pakistan .

L'attacco è avvenuto alcuni giorni prima dell'impiccagione di un sospetto militante islamico, Yakud Memon, accusato di essere coinvolto nelle esplosioni a catena di Mumbai del 1993. La sua esecuzione è prevista giovedì in una prigione della metropoli del Maharashtra e ha sollevato un vasto dibattito tra favorevoli e contrari.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS