Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C'è "profondo dolore e angoscia" nella Chiesa dell'India per lo stupro di gruppo subito da una pre-novizia di 17 anni a Bangalore, aggredita due giorni fa da tre uomini nell'istituto delle Suore della Santa Natività. A denunciare il fatto ad AsiaNews è mons. Bernard Moras, arcivescovo di Bangalore, secondo il quale "tale atto disumano e barbaro compiuto su una questa ragazza, negli ambienti di un convento, è da condannare nel modo più fermo possibile. La sua violenza colpisce ciascuno di noi". Trovata in stato di incoscienza, la giovane è ora ricoverata al St. John's Hospital.

L'aggressione è avvenuta poco dopo l'ora di pranzo. La vittima era sola nella sua stanza al piano terra dell'istituto a Hennur, quando qualcuno ha suonato il campanello. Lei è andata ad aprire: tre uomini le hanno spruzzato in faccia una sostanza chimica, lei è svenuta. L'hanno trascinata fuori, l'hanno stuprata e sono fuggiti, lasciandola in stato di incoscienza. Tutto è avvenuto nel giro di 10 minuti. Ieri la vittima ha sporto denuncia e la polizia ha registrato un caso in base alla sez. 376 del Codice penale indiano ("stupro", da un minimo di sette anni al carcere a vita).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS