Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non accenna a calare la morsa del caldo nel Nord e nel Sud-Est dell'India. Il bilancio è già di oltre 800 morti.

Il clima torrido, causato da venti estremamente caldi e secchi provenienti dalla regione pachistana del Sindh, continuerà per tutta la settimana secondo l'Ufficio meteorologico.

È scattata intanto l''allerta rossa' in tre Stati, Orissa, Jharkhand e Andhra Pradesh, che significa alto rischio di collassi e altri disturbi mortali per la popolazione a causa dell'esposizione a temperature superiori a 45 gradi.

Le autorità hanno ordinato alle amministrazioni comunali di aprire dei centri di distribuzione di acqua potabile e di bevande rinfrescanti. È stato chiesto alla popolazione di evitare l'esposizione al sole nelle ore più calde.

L'ondata di caldo, accompagnata da un vento secco proveniente dai deserti occidentali e tipica di questo mese, si sta muovendo ora verso il nord, in particolare in Uttar Pradesh e nella capitale New Delhi.

Il bollettino meteo non prevede cambiamenti per i prossimi giorni che continueranno quindi a essere caratterizzate da alta pressione e temperature al di sopra della media stagionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS