Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La notte scorsa gli aeroporti indiani di New Delhi e Bangalore sono stati in emergenza dopo che un individuo ha telefonato comunicando falsi allarmi di bombe su sei aerei di compagnie internazionali e nazionali, alcuni dei quali già partiti e fatti quindi rientrare.

Secondo la tv Cnn-Ibn la prima telefonata è arrivata verso l'1:30 locale a una sala operativa dell'aeroporto internazionale Indira Gandhi della capitale indiana a Gurgaon. In essa si sosteneva che c'erano bombe su due aerei delle compagnie Jet Airways e Cathay Pacific appena partiti per Hong Kong e su un terzo di Swiss in partenza per Zurigo.

I velivoli già decollati sono stati richiamati a Delhi, ha precisato l'emittente, e insieme al terzo trasferiti in una zona isolata dove sono stati accuratamente perquisiti senza che emergesse nulla di irregolare.

Poco dopo la torre di controllo di Bangalore, in Karnataka, ha ricevuto una simile telefonata riguardante voli in partenza di Air France e Lufthansa ed un terzo di una compagnia indiana diretto in Arabia saudita. Anche in questo caso, però, gli artificieri non hanno trovato nulla di sospetto, revocando l'emergenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS